Ciao mondo!!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Discussione su Hip Hop

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Rap

Il rap è un genere musicale con una sua storia. La sua storia si chiama Hip Hop, movimento culturale ed artistico che per essere apprezzato appieno non va soltanto praticato, va vissuto. Il rap si diffonde tra l’indifferenza degli ascoltatori e la generale convinzione che presto si spegnerà. Il compito di radere al suolo questi pregiudizi è affidato al rapper, che dimostrerà che l’Hip Hop è una cultura e non una moda destinata a sparire in poco tempo.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Hip Hop

L’Hip Hop è un movimento culturale o sub-culturale nato in prevalenza nelle comunità afroamericane e latine del Bronx, quartiere di New York, alla fine degli anni 1970. Il movimento ha probabilmente mosso i primi passi con il lavoro di DJ Kool Herc che, competendo con DJ Afrika Bambaataa, si dice abbia inventato il termine "hip hop" per descrivere la propria cultura. Cuore del movimento è stato il fenomeno dei Block Party: feste di strada, in cui i giovani afroamericani e portoricani interagivano suonando, ballando e cantando. Parallelamente il fenomeno del graffiti writing contribuì a creare un’identità comune in questi giovani che vedevano la città sia come spazio di vita sia come spazio di espressione. Negli anni 1980, gli aspetti di questa cultura hanno subito una forte esposizione mediatica varcando i confini americani ed espandendosi in tutto il mondo. Il riflesso di questa cultura "urbana" ha generato oggi un imponente fenomeno commerciale e sociale, rivoluzionando il mondo della musica

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Noyz Narcos

Membro inizialmente della TBF crew e dei Savage Boys, Noyz, vero nome Emanuele Frasca, è entrato nel mondo del rap a 15 anni, ha iniziato a collaborare con i TruceBoys. Poco più avanti entra a far parte in pianta stabile del gruppo romano, contribuendo alla creazione e pubblicazione dell’album Sangue del 2003. Il successivo periodo in cui i membri del gruppo percorrono strade soliste dopo la creazione del collettivo TruceKlan, è molto positivo per Noyz, che a luglio 2005 pubblica il suo primo album solista dal titolo Non dormire realizzato completamente assieme a Steph Sound, nel disco di 16 tracce collaborano i componenti dei TruceBoys ed altri artisti della scena romana.

Poco tempo dopo, ad ottobre, assieme a Chicoria del progetto In The Panchine pubblica La calda notte, un cofanetto CD+DVD della Traffik Records, composto per la parte musicale da 13 tracce su cui collaborano gli artisti del TruceKlan, mentre sul DVD è presente oltre a performance live del TruceKlan, anche un videoclip non presente sulle tv musicali perché a carattere esplicitamente pornografico.

Nel 2007 Noyz Narcos, esce di nuovo da solista col disco Verano Zombie,un disco nel quale le sonorità strumentali di Non Dormire vengono accantonate per passare a beat ugualmente aggressivi ma non sempre di matrice chitarristica come quelli Non Dormire,nel quale era presente anche un vero e proprio assolo nella traccia ‘Grand Finale’. Le collaborazioni di Verano Zombie sono di lusso,addirittura superiori a quelle di Non Dormire a livello di nomi, collaborano Metal Carter, Gel, Cole, Mystic1, Duke Montana, Chicoria,membri del Truceklan; ; il grande Danno dei Colle Der Fomento e infine Guè Pequeno, Marracash e Vincenzo da Via Anfossi della Dogo Gang.

Nel marzo 2008 è uscita la compilation Ministero dell’inferno, che vede come protagonista il TruceKlan al completo affiancato da diversi nomi noti della scena rap underground e non della penisola, quali Club Dogo, Kaos, Santo Trafficante, Fabri Fibra, Gente de Borgata, Danno dei Colle Der Fomento, e da realtà musicali totalmente slegate dal contesto hip hop: Cripple Bastards, Miss Violetta Beauregarde e Pinta Facile. L’atipicità delle collaborazioni, l’uso di campioni provenienti dalle colonne sonore di un certo filone cinematografico, le atmosfere cupe e oscure dei beats, le liriche esclusivamente imperniate su disagio esistenziale, degrado urbano, immaginari orrorifici, affrontati con crudezza, cinismo e totale disincanto, vuole costituire un punto di rottura rispetto a tutte le compilation di rap nostrano uscite fino ad ora. La produzione dei beats è affidata a Lou Chano, Fuzzy, Rough, Don Joe, Noyz Narcos, C.U.N.S., Giordy Beat, Gengis Khan e Dj Syne.

Nello stesso anno esce ‘THE BEST OUT vol.1’; prodotto insieme all’inseparabile DJ GENGIS KHAN, pluripremiato champion dj, ormai parte integrante dello show case di Noyz:; un mixtape che vede la partecipazione di tutti i migliori MC d’Italia. Il prodotto riscuote grande successo, tanto da rendere indispensabile la realizzazione di un secondo volume, in circolazione da giugno 2009, che vedrà i due impegnati in un tour estivo. ‘THE BEST OUT vol.2’ anticipa il terzo album solista di Noyz Narcos, in uscita prevista per gennaio 2010. Il primo singolo ad essere estratto è stato M3 di cui è uscito anche il video. Presto sarà fuori anche il video di "MOSCHE NERE" secondo estratto del suo ultimo album.

La mattina del 18 settembre 2009, durante un raid antidroga denominato "La Calda Notte", è stato fermato e denunciato a piede libero dai carabinieri della stazione di Porta Cavalleggeri di Roma per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.[1]

Il 29 gennaio è uscito Guilty, il suo nuovo album da solista che vanta collaborazioni con i maggiori esponenti della scena rap italiana quali Club Dogo, Marracash, Fabri Fibra e molti altri.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Vacca

Nato a Cagliari e cresciuto a Milano nel quartiere Quarto Oggiaro, inizia a conoscere la cultura hip hop all’incirca nel 1993 frequentando la compagnia dei breakers vicino alla libreria Mondadori meglio conosciuta come "il muretto", nei pressi di piazza San Babila. Si fa strada nella scena milanese come rapper, prendendo così confidenza con le liriche e la metrica. In questo periodo milita anche nella 50 MC’s Crew.

La scoperta di una particolare attitudine per le rime lo porta a farsi vedere sempre di più alle jam ed agli altri eventi locali di hip hop, militando all’interno di un gruppo musicale e costruendosi una buona dose di esperienza che utilizza in seguito soprattutto per affinare le proprie capacità e trovare un personale stile.

Nel 2003, la maturazione artistica, lo porta alla pubblicazione dell’EP Mr. Cartoon, composto dall’omonimo brano, da Disgustibus e da Non mollo, e caratterizzato da un’influenza della musica giamaicana. Tale influenza si rende particolarmente evidente nel suo LP d’esordio come solista, dal titolo VH, pubblicato nel maggio del 2004. Sono evidenti, nelle produzioni, le contaminazioni musicali dei Casabrasa, collettivo di DJ con cui Vacca si esibisce nei live, caratterizzate da strumentali elettroniche e suoni innovativi, e la rappata è conseguentemente portata a sposarsi meglio alla dancehall ed al reggae. Le collaborazioni nel disco sono di tutto rispetto: tra gli altri Soul Reever, Jake La Furia, Maxi B e Ska, Mastermaind, Jack The Smoker, Kuno.

Da sinistra Fabri Fibra, in mezzo Fish e a destra Vacca.

In passato ha collaborato con il rapper Fabri Fibra per il suo inserimento a Milano, e nel 2006 stringe una collaborazione con lo stesso coincidente all’uscita dell’album Tradimento. Vacca diventa il suo braccio destro nei live e nei video, apparendo spesso in televisione e nelle esibizioni e aumentando così la sua fama. Nel settembre 2006 esce il singolo "Chi sbaglia paga".

Il 1 giugno 2007 esce "La colpa", primo singolo estratto dall’album in uscita il 29 giugno dal titolo Faccio quello che voglio, pubblicato da EMI Records. Il 7 ottobre 2007 esce "Mille problemi" secondo singolo estratto, mentre il terzo uscirà il 3 febbraio 2008, "E se bevo".

Il 28 febbraio 2008 vede la luce un nuovo mixtape, Poco di Buono, anticipato dal singolo "Vita da Re" in featuring con Entics. Il mixtape, scaricabile gratuitamente dalla sua pagina di myspace, è formato da 15 tracce, tra le quali la famosa "Accalappianani" e "Oggi Vorresti" (brano in esclusiva per i 500.000 accessi sul suo myspace). In questo mixtape, tra le tante collaborazioni, spiccano quelle con Gangsta Nano, Entics, Two Fingerz, Duellz e Phrome, Il 27 ottobre 2008 esce il singolo Cartoni & Pop-Corn in collaborazione con Daniele Vit.

Il 31 gennaio vede la luce un nuovo mixtape, Don’t Say Nothing, in collaborazione col duo milanese GoldenBass e scaricabile gratuitamente da entrambi i MySpace degli artisti. Il mixtape, che ottiene abbastanza successo, si distingue per le sue sonorità reggae/dancehall.

Il 1 Marzo 2009 vede l’uscita l’EP Non prima delle 6 e 10 in collaborazione col duo milanese Two Fingerz e scaricabile gratuitamente da entrambi i MySpace degli artisti. Tra i vari featuring, quello con il membro della crew milanese Dogo Gang Karkadan, e Dargen D’Amico.

Per un periodo di circa due mesi, dal 19 aprile al 10 giugno, parte e si trasferisce in Jamaica, precisamente a Kingston. Vive un’esperienza positiva, soprattutto a livello musicale, collaborando anche con alcuni musicisti locali.

Nel mese di giugno 2009 sono stati pubblicati tre nuovi pezzi sul suo MySpace. Il primo è No Love / Un Altro Momento, due canzoni in un’unica traccia. Il secondo, Vieni Quà, è in featuting con Nacho dei Green Peeps, e il terzo, Infinito Monitor, è in featuring con Bravo Pie.

L’11 luglio 2009, durante un suo live a Cagliari, il rapper Inoki insulta pubblicamente Vacca davanti a tutto il pubblico (molto attaccato al rapper Vacca, suo concittadino). Vacca, sentendosi offeso "a casa sua" e davanti al suo pubblico, pubblica il 13 luglio, sul suo myspace, un brano di dissing nei confronti di Inoki. In questo brano, che si intitola "U Neva Walk Alone", Vacca spende parole pesanti e offensive nei confronti di Inoki, definendolo un infame e un rapper finito. Ma in questo pezzo non si limita solamente a dissare Inoki, ma tira in mezzo anche i rapper-fratelli Esa e Tormento, il rapper romano Suarez, e Fadamat, un rapper finora pressoché sconosciuto, ma amico di Inoki. Fadamat, sentitosi tirato in mezzo, il 15 luglio pubblica sul suo myspace un brano di contro-dissing, dal nome di "Sciacquati la Bocca". Il pezzo risulta mal riuscito, ma grazie a questa vicenda e la sua lite con Vacca, riesce tuttavia a trarre maggiore popolarità e maggiori visite sulla sua pagina di myspace. Immediatamente, circa due ore dopo, Vacca pubblica sul suo myspace un nuovo brano di dissing: "Avanti il Prossimo". Il pezzo riscuote un buon risultato e questa volta il rapper preso di mira è Fadamat, accusato di saper minacciare via web, ma "coniglio" nella vita per il fatto di non essersi presentato ad un appuntamento chiarificatorio con Vacca.

Nel brano, seppur in modo minore, vengono dissati anche i rapper Suarez e Inoki. Inoki, che nel frattempo trascorreva le sue vacanze in Sardegna, il 18 luglio torna a Bologna e pubblica su MySpace la sua risposta a Vacca. Il brano, in collaborazione con altri 4 rapper di Bologna (Mopasha, Lamaislam, MC Casaoui e Real Ava), si intitola "Le Mucche Fanno Mùùù (Vaccagare)" e accusa Vacca di essere ridicolo. Lo stesso giorno, sul suo MySpace, Fadamat pubblica un secondo diss, dal nome di "Tu Non Fai Per Me", dove accusa Vacca di non essere alla sua altezza. In contemporanea, anche Vacca pubblica sul suo MySpace un terzo diss, dal nome di "Intermezzo Musicale". Nel frattempo anche il rapper romano Suarez (ex-membro della Voodoo Smokers Familia) pubblica un diss contro Vacca dal titolo di "VijH", dove spiega le ragioni per cui lui non ha mai "leccato il culo" a Vacca.

Il 22 settembre, in collaborazione con Entics e Denny, viene pubblicato il singolo "Bla Bla", prodotto da DJ Nais. La canzone è un remix della famosa "Bla Bla Bla" di Gigi D’Agostino.

Il 16 ottobre 2009 raggiunge il traguardo dei 2 milioni di accessi sulla sua pagina di MySpace, diventando così uno tra i più visitati tra gli artisti italiani.

Sempre nel mese di ottobre, collabora con molti artisti della scena italiana e non. Collabora con Guè Pequeno dei Club Dogo e Daniele Vit, per il singolo "Voglio Lei", contenuto nel nuovo album "Fastlife Mixtape Vol. 2" di Guè Pequeno. Collabora con Bassi Maestro e Babaman per il singolo "Se Morissi Lunedì", contenuto nel nuovo album di Bassi Maestro e Babaman, "La Lettera B". Infine, lunedì 2 novembre esce in esclusiva per il sito YouPush.it il singolo "Fearless" in collaborazione con i rapper statunitensi Lil Wayne e Dvus. Il singolo è prodotto da Big Fish e Daniele Vit.

Il 9 Novembre 2009 è uscito Don’t Say Nothing Vol.2, secondo volume della fortunata saga di mixtape Don’t Say Nothing sempre in collaborazione col duo milanese GoldenBass. Il mixtape è scaricabile da entrambi i Myspace dei 2 artisti.

Per aprile/maggio 2010 invece, è prevista l’uscita del suo secondo disco ufficiale major, curato e prodotto dai producer Big Fish e PK. Il disco è in uscita per l’etichetta discografica EMI/Capitol, come avvenne 2 anni fa per "Faccio Quello Che Voglio".

Il 16 Novembre 2009 è uscito in free-download sul sito YouPush.It il singolo "Cioccolato" dei Two Fingerz in collaborazione con Vacca. Il singolo è estratto dal nuovo album dei Two Fingerz "Il Disco FInto".

Il 2 Dicembre 2009 esce Rap Sex Italians Do It Best – Vacca ft. ElectroFants

Il 15 Dicembre 2009 è uscito il singolo "XXXMas" in collaborazione con Emis Killa.

Il 23 Dicembre 2009 è uscito su youtube Xmas Remix remix del duo catanese Funkyman e Dj Valerio dove Vacca ha partecipato nell’intro e nell’outro. [1]

Il 3 Gennaio 2010 è uscito il singolo "Mi Prendo Tutto Quanto" in collaborazione con Emis Killa.

Il 4 Gennaio 2010 è uscito in free-download sul sito YouPusht.it il singolo "2010" in collaborazione con Ensi, Surfa, Daniele Vit, Raige, Amir & Dan-T.

Il 13 Gennaio è uscito il singolo " Veleno " di Kuanito in collaborazione con Vacca.

Il 18 Gennaio 2010 è uscito in free-download sul sito YouPush.it il singolo "Generazione Tuning" che è il nuovo singolo di Big Fish in collaborazione con Vacca ed Ensi.

Tra il 22 e il 23 Gennaio 2010 Alessandro Vacca è diventato padre di una bambina Zuri, avuta con la sua compagna jamaikana.

Il 25 Gennaio 2010 è uscito il singolo " Uomo Macchina " Di Giuann Shadai In Collaborazione con Vacca.

Il 25 Febbraio 2010 è uscito il secondo singolo di poco di buono vol.2 intitolato " Mostro " il primo singolo invce è stato " Poco Poco Poco " ma la data di uscita del mixtape ancora non si sà.

Il 3 Marzo 2010 è uscito il singolo " Chi Sei Tu? " In Collaborazione con Nacho prodotto da Rikboy

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Bassi Maestro

Bassi esordisce e si fa conoscere nel panorama hip hop italiano come dj, a partire dagli anni a cavallo tra gli anni ottanta e gli anni novanta[2]. Il primo incontro con il rap arriva nel 1988 quando realizza due brani in inglese, Explicitin the Facts e Art From the Heart[2]. Nel 1992 esordisce con un demo di otto pezzi, Furia solista, che ricorda lo stile sincopato dei Public Enemy e di Lou X in Dal basso; la traccia che colpisce ed esprime Bassi nel modo più assoluto è la prima (Come un treno in corsa) , mentre nel 1993 esce anche il suo secondo demo, Bastian contrario. Nel 1995 fonda l’etichetta Mixmen Production assieme agli Otierre (Esa, Dj Vigor). Per Mixmen esce il primo vero album, Contro gli estimatori, che contiene collaborazioni di Tormento dei Sottotono, Esa e La Pina degli Otierre. È un album dal tono alquanto risentito, che mira a far crescere il genere hip hop e ed in particolare lui stesso come rapper nell’asfittico mondo della musica italiana: brani come Meglio riconoscere e Rappresento per il fine settimana segnano i confini del territorio artistico-musicale che Bassi rivendica come suo. Nel 1997 esce The micranous ep, EP della sua crew, la Sano Business.

Il secondo progetto solista vede la luce nel 1998 ed è intitolato Foto di gruppo: un lavoro più intimista del precedente, in cui è possibile notare un sensibile incremento della profondità lirica dei testi: l’artista si confronta con il tema dello scorrere del tempo e del perdurare attraverso esso dei valori fondamentali dell’amicizia e del rispetto. Tracce quali Il tempo che è trascorso, Family and Business, nonché l’eponima e bellissima Foto di gruppo costituiscono una riflessione allargata a diversi momenti dell’esistenza il cui comune denominatore è rappresentato dalla musica, che tiene insieme i ricordi e permette di prendere le distanze dal reale e di analizzarlo lucidamente. Non mancano brani più leggeri e cantabili (Dal tramonto all’alba) e altri più tradizionalmente finalizzati alla definizione del rap come genere (Conosci il mio steelo e Bionic Skillz). Al 1998 risale anche il secondo lavoro della Sano Business, Underground troopers.

Il terzo album di Bassi,che nel frattempo ha consolidato il sodalizio artistico con Dj Zeta e il duo Cricca Dei Balordi formando un collettivo noto come Sano Business[2], risale al 2000, ed è Classico. Bassi chiude la parentesi intimista del precedente lavoro e ritorna a toni più incisivi ed esclamativi, forte di una accresciuta consapevolezza nelle proprie capacità artistiche, derivata dall’ottima risposta del pubblico all’album Foto di gruppo. Il rapper spazia allora dalla analisi disincantata della vita quotidiana di È così che va alla celebrazione del proprio stile in Classico, farcendo il tutto con una metrica sempre fresca e delle liriche tanto immaginifiche quanto taglienti.

Nel dicembre 2001 vede la luce Rapper italiano, quarto album solista di Bassi. Il disco prosegue sulla scia del precedente lavoro, ma denota uno scarto stilistico e musicale notevole: in esso Bassi dimostra di essere fortemente maturato dal lato della padronanza del sostrato ritmico tipico del genere, sperimentando nuovi tipi di campionamenti e riscoprendo il valore musicale dello scratch (si veda "Lo capisci o no"). L’accresciuta orignalità delle rime e dall’eterogeneità degli stili, che variano dalle atmosfere vagamente gangsta di Rapper italiano (in cui Bassi esprime tutto il suo risentimento per lo stato di anonimato in cui versa l’hip hop in Italia e l’incomprensione che lo circonda), all’ironia pungente di The shit dropper fino al crunck ante litteram di Per i miei gorilla, possono far pensare che Bassi Maestro sia vicino alle vette del suo perfezionamento musicale.

Il 2002 saluta l’uscita del quinto album solista, BackGround, da molti considerato il capolavoro di Bassi ed una pietra miliare nella storia del rap italiano. Sempre nel 2002 Bassi ha l’idea di creare la sua prima raccolta, Classic Gems Vol.1. In questo disco raccoglie quello che è il suo vecchio stile, ovvero quello dei suoi primi duel album, Contro gli estimatori e Foto di gruppo. Il successivo lavoro, Classe 73, esce nel 2003 e prosegue sullo stesso tenore dell’ottimo antecedente. Tuttavia, Bassi non riesce ad attingere pienamente alle vette di BackGround. Sempre nel 2002 Bassi Maestro partecipa l festival di Sanremo accompagnando Siria nella canzone "L’amore è"

A un anno di distanza da Classe 73 segue Seven: The Street Prequel, ponte tra Classe 73 e L’ultimo testimone. Seven è un album meno teso, a tratti disimpegnato, ma sorretto da un’attitudine street sobria e convincente al tempo stesso. Metricamente molto valido, esso rappresenta una parentesi quasi totalmente votata alla sperimentazione di uno stile italiano che guardi con un certo interesse al gangsta East Coast, tentativo bene esemplificato da Rezpekt, beat di Lean Back della Terror Squad di Fat Joe. In questa direzione vanno letti anche i featuring contenuti nell’album, di Mondo Marcio e Jack the Smoker.

L’ultimo testimone è l’ottava fatica di Bassi. Molti hanno individuato in quest’album una deviazione verso i territori più lucrosi della musica pop, nel tentativo magari di ritagliarsi una fetta anche piccola della torta del music-biz. Altri pensano che esso testimoni di un’inesausta volontà di sperimentare e di rimettersi in gioco. Il 2004 è un anno in cui Bassi fatica molto, in quanto produce un album, L’ultimo testimone, uno street album, Seven: The Street Prequel e la terza produzione della sua crew, la Sano Business, Esuberanza.

Nel novembre del 2005 esce l’ennesimo lavoro solista del Bax, Hate. La nona tessera del mosaico artistico di Bassi è per molti versi un ritorno alle origini, segnato dalla riscoperta delle radici americane del genere, da sonorità più scarne e old school e dal ricordo dei propri esordi di artista. Quella che dall’album si ricava è l’immagine di un Bassi completamente immerso nella sua musica, diviso tra le serate nei club e le attività di solista e produttore, che hanno contribuito a renderlo prima e a consolidarlo poi come uno degli esponenti di maggior rilievo nella scena. Produttore, solista, intrattenitore: in questi termini si misura il contributo offerto da Bassi alla causa dell’hip hop italiano.

Il 9 novembre 2006 esce il decimo album solista di Bassi, precisamente uno street album, intitolato V.E.L.M. (Vivi e lascia morire), la cui traccia omonima è chiaramente ispirata, anche nel tema ricorrente, all’omonimo film della serie di James Bond. Come tipico degli street album, sono presenti molti featuring, che vanno da Mc già affermati della scena italiana come Jack the Smoker e One Mic, a nomi di fama a livello nazionale come G-Max dei Flaminio Maphia e Don Joe dei Dogo Gang.

Nel novembre 2007 esce Sushi ep album che contiene 6 tracce di puro hip hop underground prodotto e rappato da Bassi e dedicato a chi apprezza la musica indipendente senza compromessi.

Nel 2008 Bassi collabora con i rapper Lord Bean e Supa al progetto Dublinerz, che pubblica il primo album, Low Cost Raiders, il 20 settembre 2008. Il disco è il risultato di numerosi viaggi per l’Europa del trio, e si caratterizza per un allontanamento dagli stereotipi classici dell’hip hop, soprattutto statunitense[3].

Nell’ Ottobre 2009 esce il suo nuovo street album, La lettera B, dove ha collaborato con il Rastafariano Babaman. L’album è formato da 14 tracce per un misto di Hip Hop e Reggae. Sempre nell’ ottobre 2009 collabora con Matteo Pelli, conduttore televisivo della Svizzera Italiana che ha già collaborato con Maxi B nel brano "Fuori Controllo", scrivendo il brano "900 Metri", che è un brano tratto dal romanzo scritto da Pelli intitolato anch’ esso "900 Metri".

 

   

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento